Cerca
¤  Indice del forum
¤  Leggi messaggi non letti
¤  Leggi tutti i tuoi messaggi
¤  Leggi messaggi senza risposta
ufocui.it
Forum del C.U.I. - Centro Ufologico Internazionale - Dedicato all'ufologia e al mistero.
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
 
Telefonare a costo zero

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> News Tecnologie Precedente :: Successivo  
Telefonare a costo zero
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Nov 20, 2017 8:43 am    Oggetto: Ads
 

Top
Helix
Site Admin
Site Admin


Registrato: 03/03/14 21:50
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mar Mar 11, 2014 7:50 pm    Oggetto: Telefonare a costo zero Rispondi citando
 
Molti di noi, allo scopo di gestire al meglio i loro rapporti sociali e personali, sono costretti a munirsi di telefono cellulare più o meno tecnologico nuovo od usato che sia, corredato della immancabile sim card dei vari gestori telefonici, che propongono svariati piani di risparmio. Cosa accomuna tutti noi possessori di questi gioiellini della tecnologia moderna (che qualche volta mi sembra siano delle piccole trappole pere grandi ingenui!)? E’ semplice.
Quasi tutti noi cosiddetti “utenti” od “utilizzatori”, per dirla in gergo tecnico (in quanto alcuni individui in quasta società, vuoi per la loro carica o per altri motivi facilmente intuibili, ne sono esenti) di telefonia mobile o fissa che sia, paghiamo un canone per l’utilizzo della linea telefonica fissa; una tariffa variabile per le chiamate sia fisse che mobili; ed una tariffa che dipende dai cosiddetti “piani” a cui si è abbonati od in “ricarica”. In ogni caso, tutti noi paghiamo una somma che per lo più delle volte, non è data dalle spese sostenute dal gestore più il suo ricavo, ma è un’operazione solo lucrativa. Non mi dilungherò in questo argomento, che affronteremo senz’altro in un altro post futuro. Questo perché dopo un abbattimento dei costi iniziali dovuti all’installazione dei ripetitori e reti wireless e terrestri ad alta velocità,tutto ciò che ne consegue sono meramente ricavi, in quanto con la tecnologia attuale, molte delle mansioni svolte dalle romantiche “centraliniste” di una volta, vengono svolte da computer super tecnologici. Purtroppo ( è così almeno da noi in Itaalia) gli investimenti fatti da queste “lobby” della telecomunicazione, non sono diretti a migliorare le loro reti ed i servizi di comunicazione offerti ai clienti, ma sono dirottati in mercati più redditizi. Ovvero massimo guadagno con minimo investimento!
Veniamo alla notizia collegata a questa mia premessa. Nel lontano 2010, un giovane e sconosciuto ricercatore australiano, Paul Gardner-Stephen della Flinders University di Adelaide (AU), annunciò alla stampa la creazione della versione 1.0 di un software da lui creato che sarebbe stato in grado di sfruttare le reti temporanee a maglia, le cosiddette WMN (Wireless Mesh Network. )
Orbene, questo software da lui chiamato “SERVAL”, si basa sullo stesso principio cui Skype si è evoluto nel modo dell’open source. Serval permette di mettere in comunicazione due apparati telefonici dotati di sistema operativo Android, sui quali è stato precedentemente installato. Serval, a differenza di Skype non utilizza internet né la rete cellulare presente sul territorio, ma basandosi sui cellulari che integrano le funzioni wireless, e trovandosi nel raggio d’azione dell’antenna WI-FI creano una rete P2P con la possibilità di coprire a seconda deglil apparati collegati e posizionati, anche notevoli distanze. Quindi più dispositivi sfrutteranno questo sistema, più possibilità ci sarà per noi “utenti” di telefonare gratis anche in zone remote o dove il segnale del ripetitore non arriva. Tra l’altro il ricercatore, coadiuvato da un team dell’Istituto Nazionale di Scienze Applicate di Lione (acronimo INSA), sta studiando la possibilità di utilizzare a tale scopo, la obsoleta rete di ripetitori GSM, già presente sul territorio.
Di Serval e del suo utilizzo, ne ha parlato in uno specifico articolo che vi suggerisco di leggere attentamente, la rivista italiana Win Magazine, che ha riservato ai propri lettori il download del software all’indirizzo:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Da parte nostra non resta che augurarci che tutto ciò vada in porto (anche se dubito fortemente che le potenti “lobby” della telecomunicazione mollino l’osso), e ci affranchiamo finalmente dalla serie infinita di balzelli che dobbiamo pagare per usufruire di questi “servizi”.[/list]
Sito dello sviluppatore:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Antonello Lupino

Top Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   

Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> News Tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
 
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi

c d
e


 
Galaxian Theme 1.0.5 by Cense Group
 
Powered by phpBB © 2006 phpBB Group


Page generation time: 3.601